Il progetto editoriale Štěpán Zavřel


Nel 2011 Corrado Pirzio Biroli e Cécile Cornet d’Elzius hanno aperto, nella loro residenza di famiglia a Moruzzo (UD), sulle colline friulane, il Museo Artistico “Štěpán Zavřel”. Proprio nel luogo in cui Štěpán, nei lontani anni ’60, aveva illustrato “Il Pesce Magico”. 
Accanto al Museo Artistico “Štěpán Zavřel” di Moruzzo è nato il Centro Internazionale di Studi per la Cultura dell’Infanzia “Štěpán Zavřel”, che si prefigge di preservare, catalogare e studiare l’opera dell’artista, ma anche promuovere progetti culturali per l’infanzia a livello territoriale e internazionale. 




Bohem Press Italia collabora con il “Centro di Studi” fin dalla sua fondazione attraverso il “Progetto editoriale Štěpán Zavřel”. Insieme alla famiglia di Zavřel, il progetto mira a preservare le opere di Štěpán Zavřel alle future generazioni tramite la riedizione delle opere già note al pubblico italiano, ma anche la pubblicazione di quelle mai pubblicate prima in Italia. È il modo migliore per mantenere in vita e attualizzare lo spirito e l’arte del grande Maestro. 
L’infanzia e la gioventù di Štěpán, segnate dalla guerra e da un periodo di instabilità politica ed economica, lo hanno portato a sognare fin da ragazzo un mondo giusto e libero. Le sue storie racchiudono sempre un messaggio di umanità e una profonda fiducia nei valori della famiglia e della pace fra i popoli, ma comunicano anche il grande amore del Maestro per l’arte e per la bellezza della natura. 

Fra le righe dei suoi testi e nelle sue illustrazioni emerge così un bel messaggio di speranza per le future generazioni e un invito ai suoi piccoli lettori a prendersi cura del mondo che li circonda, perché è a loro che appartiene. 


Štěpán Zavřel da bambino