Un po’ di storia 

Bohem Press Italia è una casa editrice solo apparentemente giovane. Quando è nata, nel 2001, aveva infatti alle spalle la trentennale esperienza, nel campo dell'editoria per l’infanzia, della casa madre svizzera, la Bohem Press di Zurigo. 

La casa madre Bohem Press è nata a Zurigo nel 1973, per volontà di due giovani boemi provenienti da Praga, che hanno voluto ricordare, anche nel nome della casa editrice la loro terra d’origine. Uno era il già affermato illustratore Stepan Zavrel, e l’altro un giovane musicista, Otakar Bozejovsky von Rawenoff, figlio di collezionisti d’arte. 

Oltre alla casa editrice, Stepan Zavrel ha fondato a Sarmede (Treviso) una mostra permanente d'illustrazione che è diventata un Centro internazionale d’illustrazione per l’infanzia, con una scuola di pittura e illustrazione dove insegnano alcuni dei più grandi maestri d’arte. 

Nel corso dei 35 anni di attività, la Bohem Press svizzera ha pubblicato oltre 300 titoli, complessivamente tradotti in oltre 50 Paesi e in oltre 60 lingue e dialetti autonomi differenti. Ha inoltre organizzato in tutto il mondo prestigiose mostre di illustratori per l’infanzia in musei, biblioteche e gallerie, e i suoi libri hanno ricevuto numerosi premi, riconoscimenti e menzioni. 


Bohem Press Italia, realtà ormai indipendente dalla casa madre, ne mantiene la rigorosa linea di qualità e ricerca iconografica, pubblicando libri connotati da testi che, nella loro freschezza narrativa, conservano il sapore della fiaba classica, anche grazie alle illustrazioni dei migliori artisti internazionali.  


 

Bohem Press Italia può essere considerata una casa editrice "di nicchia" e pubblica soprattutto albi illustrati per la prima infanzia (2-8 anni), cui si aggiunge qualche classico “senza età”. Dal 2009 la casa editrice affronta anche la stimolante sfida della narrativa per ragazzi, con tre nuove collane. "Biglietto da visita" dei libri Bohem sono le copertine vivaci, le immagini grandi e i colori pieni dell'interno, nonché i testi ricchi e avvincenti che stimolano i sensi e la fantasia dei piccoli lettori. 


E proprio per queste caratteristiche i libri Bohem sono utilizzati nei laboratori d’arte delle scuole dell’infanzia e persino in alcune Accademie d’Arte. Gettare un "ponte" fra il mondo dell’adulto e quello del bambino è la filosofia editoriale che sta alla base degli albi Bohem, libri pensati per essere letti insieme dal genitore e dal bambino, e creare quindi un momento magico di incontro e di scambio. 

Prendendo spunto dal “c’era una volta”, Bohem Press Italia racconta ai piccoli lettori storie che contengono un messaggio positivo e di facile comprensione. I testi, curati e ricchi di ritmo, riflettono il punto di vista del bambino e contribuiscono in maniera costruttiva alla sua educazione e al suo sviluppo, toccando spesso temi importanti come la tolleranza, la convivenza, l’educazione alla pace e l'accettazione di se stessi, allo scopo di sconfiggere pregiudizi e superstizioni.